Immagina

Dal 19 novembre al 9 dicembre 2022 al Porto turistico di Roma apre i battenti alle ore 16:00 la mostra “IMMAGINA” in cui cinque personaggi portano nel mondo dell’arte una ventata di novità, cinque artisti dalle spiccate personalità pittoriche e culturali. Antonello Nazarini e le sue telecamere per ZTL Tv produrrà le interviste agli artisti e ai curatori della mostra. Federica quaranta e le note del suo violino allieteranno la serata con le musiche del repertorio di notevole qualità.

Artisti del calibro di Anna Maria Galati, fotografa, la quale con un senso estremamente sviluppato nel “fermare” l’attimo inquadra tutti i colori e i dettagli che la natura ci offre ma che solo un’attenta osservatrice del mondo che ci circonda fa della fotografia professionale qualcosa con cui riesce ad immagazzinare nel millesimo di secondo una estrema attenzione del dettaglio.

 

Annalisa Macchione pittrice figurativa che non disdegna l’informale e grazie alle sue capacità sostanziali riesce a riportare sulle tele la più curata rappresentazione artistica nella quale lo spettatore si trova immediatamente immerso in un mondo estremamente curato nei dettagli pittorici. Riesce con la più estrema delle sensibilità a mettere a proprio agio anche il fruitore più esperto con cui si instaura immediatamente un incredibile rapporto di perfetta amalgama e il giusto modo di imprimere le più importanti sensazioni creative.

 

Maria Daloiso è un’artista dalle spiccate doti naturali atte a produrre opere di impatto visivo estremamente consueto. La maturazione artistica porta la Daloiso alle scelte di ricerca sulla materia, con evidenti richiami ad operazioni artistiche prima informali, dedicate poi alla figura e alle naturalezze corporee sia femminili che spirituali. La costante ricerca alle attenzioni pittoriche altrui ha conferito certezza tecnica e disinvoltura creativa.

 

Gilles George Roux  è un artista francese nativo  di Saint Tropez e cresciuto a Lyon, fino al trasferimento in Italia dove vive ormai da quaranta anni. Decoratore e disegnatore, ha prodotto centinaia di opere d’arte ispirate a concetti di forme, derivati dalla fisica fondamentale, soprattutto dalla fisica quantistica e dalla relativita’ in generale. Con la collezione “Farfalle”, decine di opere in cui la farfalla viene rappresentata in un’infinità di forme, dimensioni e colori, parte invece da concetti di forma ispirati alla fisica fondamentale. Queste sue opere de “La forma del Tempo” si ispirano a concetti di tempo non convenzionale, creando così paesaggi e atmosfere oniriche e fiabesche che incantano chi guarda. La minuziosa cura, quasi maniacale, dei minuscoli particolari, la dolcezza dei colori usati e i concetti che vengono raccontati dalle opere, ne fanno un’artista assolutamente unico.                  

Cesare Lauri  artista visionario e poliedrico, disegnatore, acquarellista, scultore e suonatore di zampogna. Il forte legame con le sue radici rurali lo ha portato a recuperare da campagne, vecchie stalle e discariche del vecchio ferro, spesso arrugginito, che attraverso le sue mani e la sua fantasia si trasformano  magicamente in opere d’arte di ogni forma, tipo e dimensione. Ed ecco materializzarsi  ballerine, guerrieri, galeoni, cavalli, surfisti, murene, chiese, basiliche, santi eremiti, moschee, idrovore e persino le tre caravelle di Colombo. Qualsiasi rifiuto ferroso, nelle mani di Lauri diviene opera d’arte, assumendo, non soltanto valore artistico, ma anche quello ecologico. 

  

Dal 19 novembre al 9 dicembre 2022

Curatori: Alessandra Antonelli e Fabrizio Sparaci

INFO: +39 329 4681684  - +39 392 2289810 - +39 388 6378032

www.accainarte.itQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Orari galleria: Sabato 19 novembre dalle 16 alle 19

Domenica su appuntamento

Dal lunedi al venerdi 10-13 e 15-18

Altro in questa categoria: « Persuasioni